Frutta da bere: attenzione allo zucchero!

Succhi, centrifugati, frullati e smoothies: sono tante le alternative che troviamo sul mercato e che ci vengono proposte come salutari. Dobbiamo però fare attenzione agli ingredienti in esse contenuti, che quasi sempre non si limitano alla sola frutta. Che l’operazione “trova l’intruso” abbia inizio, dunque!

Leggi sempre le etichette!
Ogni volta che ti avvicini a un alimento, prima di inserirlo nel carrello, il mio consiglio è: leggi l’etichetta! La regola vale anche per le bevande, la cui consistenza liquida può indurti a pensare che il contenuto in calorie non sia poi così eccessivo. E invece no, non è così.

Dietro una porzione di frutta da bere può nascondersi infatti una bomba in grado di far schizzare la tua glicemia alle stelle in pochi sorsi (bye bye girovita!!). Certo, c’è bevanda e bevanda, ma tu per non sbagliare controlla sempre la tabella nutrizionale presente sulla confezione (è obbligatoria per Legge!).
Spesso infatti le generiche indicazioni riportate sul pack del tipo “senza zuccheri aggiunti” possono rivelarsi forvianti. Ipotizzando che all’interno del prodotto non vi siano realmente zuccheri aggiunti, è infatti assolutamente certo che ci siano però quelli derivati dalla frutta stessa.

Basta pensare che una confezione di succo di frutta da 1,5 litri “senza zuccheri aggiunti” può arrivare a corrispondere in termini di calorie a 180 g di pasta per
capire quali danni possa causare il consumo della bevanda sbagliata. Ed il guaio è che si finisce spesso per consumarne una intera nell’arco di una giornata, proprio perché tanto “è solo frutta nel brick”.


Che sia succo, centrifugato, frullato o smoothies la scelta migliore a mio avviso sai qual è? Quella che possiamo fare da soli a casa, controllando tutti gli ingredienti!

  1. Procurati la tua frutta preferita e un frullatore ad immersione o uno spremiagrumi oppure una centrifuga e prepara un ottimo concentrato di polifenoli, vitamine e minerali freschissimi formato “homemade”.
  2. Lava, sbuccia e taglia a pezzetti la frutta, aggiungi a piacere yogurt magro o latte (parzialmente scremato oppure di soia), dolcifica – se necessario ma senza esagerare – con un po’ di miele e preparati a gustare il tuo elisir di benessere.
  3. Si tratta di un’ottima alternativa anche per la merenda dei bambini, soprattutto d’estate o dopo una sessione di sport, quando si suda di più e si perdono sali minerali in quantità maggiore. E ancora una volta attenzione allo zucchero: sì perché questo ingrediente, oltre a far salire l’apporto calorico, diminuisce il potere dissetante della tua bevanda. Meno zucchero più energia e salute. That’s it!

Emanuela Russo
Chiedi agli esperti