SPIRULINA: L’ALIMENTO DEL FUTURO CHE ARRIVA DAL PASSATO

Sembra quasi paradossale ma alcune delle forme di vita più antiche esistenti sulla Terra oggi vengono considerate il cibo del futuro!

Sapete di cosa si tratta? Delle alghe. In particolare sembra che quelle azzurre abbiano alle spalle una storia lunga 3 miliardi di anni e che una in particolare, la spirulina (arthrospira platesis), fosse già stata utilizzata dai Maya e dagli Aztechi per le sue proprietà ricostituenti in caso di sforzi intensi.

Poi il suo utilizzo a scopo alimentare si è perso o comunque è rimasto confinato in poche realtà fino ad oggi, quando la spirulina è diventata una piacevole riscoperta.


La Spirulina è un’alga azzurra (tecnicamente un cianobattere) con una conformazione a spirale e per la sua ricchezza sia in termini di nutrienti che di proprietà è stata definita il “miracolo dal mare”: in effetti la sua carta d’identità non smentisce questa definizione.

RICCA DI…

A renderla molto interessante è il suo profilo nutrizionale, infatti è ricca di:

  • Proteine che rappresentano tra il 50 e il 70% del suo peso. Sono proteine altamente assimilabili e la particolarità è che contengono tutti gli aminoacidi essenziali, ovvero quegli aminoacidi che il nostro corpo non è in gradi di produrre…una situazione davvero particolare per una proteina vegetale.
  • Acidi grassi essenziali ed in particolare l’acido linoleico e l’acido gamma-linolenico, molto utili nel controllo e nella normalizzazione del colesterolo e dei trigliceridi.
  • Polisaccaridi, ovvero carboidrati con una struttura complessa in grado di rilasciare energia in modo graduale.
  • Vitamine, utili per il buon funzionamento del metabolismo della salute in generale. In particolare la spirulina è ricca di vitamina A, K, D, E e vitamine del gruppo B: B1, B2, B3, B6 e B12. Quest’ultima sembra però essere in una forma scarsamente disponibile e per questo motivo la spirulina non sarebbe ideale come integratore di questa vitamina per chi segue un’alimentazione a base vegetale.
  • Sali minerali ed in particolare calcio, fosforo, iodio, magnesio, manganese, zinco, rame, selenio, cromo, potassio e sodio. Non manca nemmeno il ferro di cui l’alga è particolarmente ricca.
  • Pigmenti come la ficocianina (responsabile della colorazione verde-azzurra), la clorofilla e il β-carotene

L’apporto calorico è di circa 373 Kcal ogni 100 grammi, ma visto che la dose consigliata è di 3-5 grammi al giorno l’apporto energetico è di fatto trascurabile

BUONE AZIONI

La ricchezza nutrizionale si riflette anche nella bontà delle sue azioni.

  • Azione antiossidante: la ficocianina, la clorofilla e il β-carotene sono pigmenti in grado di ridurre i danni legati allo stress ossidativo e all’invecchiamento cellulare
  • Azione anti-infiammatoria grazie alla presenza degli acidi grassi omega 3 che lavorano anche sul miglioramento del profilo lipidico. In particolare aiutano a ridurre i livelli di colesterolo totale e di trigliceridi aumentando invece i livelli di colesterolo HDL, quello “buono”.
  • Azione tonificante ed energizzante
  • Azione remineralizzante dovuta alla ricchezza di Sali minerali e vitamine

Sembra anche che abbia un’azione positiva anche sul controllo del peso, anche se non esistono studi ufficiali in grado di dimostrarlo.

MEGLIO NON ASSUMERLA SE…

  • Si è in stato di gravidanza o durante l’allattamento: non esistono studi che ne dimostrino la sicurezza in questi due momenti così “delicati”, pertanto salvo diversa indicazione del medico è meglio evitarne l’assunzione
  • Si hanno patologie renali
  • Si ha la fenilchetonuria

USI E CONSUMI

La spirulina dopo essere stata raccolta deve essere accuratamente lavorata e subisce un processo di liofilizzazione prima di poter essere consumata.

Solitamente la si trova in commercio come integratore sotto forma compresse, ma viene anche inserita come ingrediente all’interno di alimenti come la pasta, le barrette energetiche e i biscotti. Esiste anche la formulazione in polvere che può essere aggiunta alle bevande, ai frullati, ai centrifugati, allo yogurt o alle minestre donando un colore molto particolare.

La spirulina, grazie alla sua colorazione particolare, viene anche utilizzata come colorante alimentare soprattutto in caramelle e gomme da masticare

Oltre a non superare la dose massima consigliata è anche utile effettuare acquisti di prodotti certificati e controllati per evitare la presenza di sostanze nocive per la salute (es: metalli pesanti, composti chimici…).

OTTIMA PER LO SPORTIVO

La spirulina è utilissima per chi pratica sport: ciascuno dei suoi nutrienti è in grado di rispondere alle esigenze specifiche di chi pratica attività fisica.

I Sali minerali e le vitamine aiutano in caso di aumentate perdite legate alla sudorazione e l’elevato apporto proteico è utile per il mantenimento e per l’accrescimento della massa muscolare.

Lo stress ossidativo e l’infiammazione indotte dall’esercizio fisico contribuiscono all’affaticamento muscolare e alla riduzione della prestazione: gli antiossidanti e gli omega 3 presenti nella spirulina contribuiscono a ridurre questo processo.

La caratteristica più interessante è quella legata alla riduzione del senso di stanchezza, al miglioramento della resistenza e ad una riduzione dei tempi di recupero: negli sport di endurance come il ciclismo e la corsa o durante le gare a tappe può essere di sicuro un valido aiuto.

 

La spirulina ha di sicuro le carte in regola per essere definito un super-food, ma è sempre bene ricordare che la carta vincente è comunque data dall’equilibrio alimentare e dalla scelta di uno stile di vita attivo.

Emanuela Russo
Chiedi agli esperti


Immagini: www.freepik.com

D. Karkos, S. C. Leong, C. D. Karkos, N. Sivaji, and D. A. Assimakopoulos – Spirulina in Clinical Practice: Evidence-Based Human Applications. Volume 2011 – Article ID 531053