Una valida motivazione alla dieta

L’unico stratagemma infallibile che puoi adottare per riuscire a portare a termine il tuo percorso, e non solo dimagrante, consiste nel trovare una motivazione alla dieta così forte da non indurti ad abbandonarla mai, nemmeno nei momenti più difficili. Qui sotto ti spieghiamo come fare ad individuare la tua motivazione.

Ognuno di noi nella vita si pone continuamente degli obiettivi
Sì perché l’uomo è per indole alla continua ricerca di nuovi stimoli, per migliorare la propria condizione. Ma questo non basta, soprattutto se la meta è difficile da raggiungere, e richiede tempo, fatica, costanza e determinazione.

Che il tuo obiettivo sia perdere qualche chilo, migliorare la tua forma fisica, imparare a gestire in modo sano il tuo rapporto con il cibo etc, il migliore dei modi per ottenere ciò che vuoi consiste nel trovare un valido motivo per agire e continuare a farlo nel tempo. Un obiettivo solo su cui concentrarti, ma così importante e tuo da spazzare ogni ostacolo. Un obiettivo solo, che potrai suddividere in piccoli step, così che il cammino ti sembrerà più semplice perché potrai affrontare uno scalino alla volta, giorno dopo giorno, garantendoti piccole soddisfazioni che alimenteranno la tua motivazione.

Ci vorranno impegno e costanza, e “se sbaglio?” No problem. Imparerai cosa non fare, come fare meglio e, se necessario, come e quando chiedere aiuto agli altri. Gli altri possono essere fonte d’ispirazione, perché magari stanno affrontando il tuo stesso percorso: impara dagli altri, “ruba con gli occhi” ciò che fanno gli altri e chiedi. Puoi infatti modellare la tua motivazione su quella degli altri ma – ricorda – confrontati solo con il tuo obiettivo, perché ognuno di noi comincia da un punto di partenza differente, indossando le proprie scarpe.


   

Per rendere le cose più semplici puoi fare così: immagina che la tua motivazione sia una sorta di pranzo, suddiviso in più portate.

  1. All’inizio ti verrà servito l’antipasto, che potrebbe corrispondere ai primi 2 kg da perdere, se l’obiettivo è quello di tornare in forma. Una volta svuotato il piatto (e messo a segno dunque il primo goal!) scegli di farti un regalo, che se sei a dieta non deve ovviamente corrispondere a un dolce: un massaggio, un abito nuovo, un profumo, tutto ciò insomma che serva a dirti “mi prendo cura di me”.
  2. Quando avrai consumato il pranzo (che vuol dire: meno 4 kg sulla bilancia, secondo step superato!!) concediti un premio più grande, a seconda di quanto motivata vuoi rimanere. Cerca sempre di avere chiaro in testa il perché hai iniziato, anche quando ti capita di uscire a cena con gli amici. Evita di applicare formule del tipo “ho fatto 30, tanto vale far 31” – perché mangiare un cioccolatino non equivale a farne fuori una scatola -oppure “domani è un altro giorno”. Non sei Rossella O’Hara e rimandare continuamente non ti aiuterà a raggiungere l’obiettivo J.
  3. Per aiutarti a perseverare, puoi anche attaccare dei post-it in giro per casa: sullo specchio, sul frigorifero, sulla porta, sulla dispensa, non tanto per darti dei divieti ed obblighi, ma piuttosto per spronarti in positivo: “ce la puoi fare”, “credo in te” e frasi simili sono degli ottimi messaggi. Prova a pensare a cosa diresti al tuo migliore amico se stesse affrontando il tuo percorso e trattati da alleato, non punirti e fatti dei regali in linea con il risultato finale (in questo caso evita i cibi ipercalorici!!).
  4. Ma torniamo al nostro pranzo: quando ti serviranno il dolce, caffè e amaro (che vuol dire che sei vicinissimo alla meta!!) datti un premio più piccolo – la motivazione dovrebbe essere già alle stelle – perché ormai ci sei, ed il dono più grande è lì a due passi: il tuo obiettivo che si concretizza.
  5. Ultimo consiglio, ma non per questo meno importante: resta flessibile, non essere troppo rigida o severa con te stessa. Il segreto per ritrovare equilibrio e serenità, e dunque riuscire in ciò che desideri, sta tutto nel volersi bene.

Emanuel Mian & Emanuela Russo
Chiedi agli esperti