Archive for aprile, 2020

LE PROTEINE SI FANNO DOLCI

Posted by

In televisione capita molto spesso di sentire dire agli attori di sentirsi imbrigliati in un ruolo o in un personaggio: potrebbero fare qualsiasi altro film ma verranno ricordati per una e una sola interpretazione.

Nel mondo dell’alimentazione accade lo stesso: le proteine servono per fare i secondi piatti, lo zucchero serve per fare i dolci e le verdure sono un contorno.

Cambiare ruolo genera sempre qualche perplessità ed è proprio di questo che si vuole parlare oggi! Perché le proteine non possono diventare le protagoniste di un dolce?

NON POSSIAMO FARE A MENO DEL CALCIO

Posted by

Ebbene no, non sarà un articolo dedicato al tanto amato sport nazionale ma parleremo di un minerale che per le funzioni e per l’importanza che ha sulla salute meriterebbe, al pari del suo omonimo, le prime pagine dei giornali.

MIGLIORA LA TUA MEMORIA CON IL CIBO

Posted by

Ci sono dei periodi in cui sembra che nulla ci resti in mente: ci scordiamo gli appuntamenti, dimentichiamo in continuazione dove abbiamo messo le chiavi o non ci viene in mente quello che abbiamo studiato 5 minuti prima.

Si avverte una sensazione spiacevole, a metà tra la rabbia del non ricordare e la frustrazione del non essere in grado di farlo.

Una prima spiegazione ce la si può dare con il fatto che molto spesso i vuoti di memoria sono legati a momenti di stress, dove nel fare mille cose nello stesso momento è probabile dimenticarne una.

L’altro motivo può essere legato a quello che mangiamo: siamo abituati ad alimentarci pesando al benessere dei muscoli, delle ossa, dell’intestino…e il cervello? È lui l’organo che controlla tutto! Il 20% dell’energia che introduciamo viene consumato da questo organo ed è perciò importante controllare che tipo di carburante gli stiamo dando per avere prestazioni efficienti.

MUSCOLI: DEFINISCILI MANGIANDO

Posted by

Avere muscoli definiti è l’obiettivo della maggior parte delle persone che fanno sport, eppure dopo ore di corsa, serie infinte di crunch e squat e sollevamenti di ogni genere il risultato non è sempre così evidente. L’unica cosa ad essere chiara è il nostro disappunto!

QUALCHE ECCESSO PASQUALE? RIPARTI DALLA TUA ROUTINE

Posted by

Il fine settimana di Pasqua si rivela sempre essere impegnativo sulla tavola: torta pasqualina, grigliate e tanto cioccolato accompagnate da del buon vino.

Poi arrivano inesorabili le preoccupazioni del martedì: “Quanti chili avrò preso?”, “come faccio adesso?”

Nessun problema…dobbiamo solo ripartire dalla nostra routine e tutto torna al suo posto. Agitarsi, allarmarsi o cercare terapie “d’urto” non serve, anzi può addirittura peggiorare la situazione.

 

 

VITAMINA D: PERCHÉ SE NE PARLA TANTO

Posted by

Curiosando nei vari motori di ricerca si può scoprire la funzione “trend” che ci permette di conoscere quali siano le parole più cercate e quante volte siano state digitate.

Tra le tante parole “vitamina D” ha avuto, a partire dal Gennaio di quest’anno, un’impennata di ricerca pari al 100% soprattutto in correlazione al termine “sistema immunitario”.

Perché così tanto interesse?

PIU’ UNICO…CHE RARO

Posted by

Saporito, gustoso, sfizioso, vario, sano e pure economico: il piatto unico è tutto questo e forse anche di più.

È un piatto che parla di tradizione, perché chi andava a lavorare nei campi non poteva portarsi appresso troppe cose da mangiare, meglio una sola portata con dentro tutto il necessario per sfamarsi.

È un piatto che parla “Mediterraneo”: i cereali si uniscono a pesce, carne o formaggi, verdure e spezie e insieme all’olio creano un concentrato di sapori tipico della Nostra terra.

È un piatto che parla di innovazione: la necessità “moderna” di avere un’alimentazione sana, equilibrata, varia, ma più leggera di quella di un tempo, ha portato a rivisitare i piatti della tradizione adeguandoli alle richieste attuali.

LE VERDURE: PREPARALE CON GUSTO!

Posted by

Quante volte avete sentito parlare dell’importanza delle verdure? Di solito si consigliano almeno due – tre porzioni al giorno, preferibilmente di stagione, variando il possibile la scelta e usando metodi di cottura semplici…ed è proprio quest’ultimo punto ad essere il più complicato.

Semplice cosa vuol dire? Significa bollito e condito con poco olio e aceto? O vuol dire altro? Il rischio è quello di mangiare “sempre le solite cose” rischiando di stufarsi.